Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su LinkedIn Seguici su Pinterest Seguici su Google Plus Seguici su You Tube
A A A
  • SEDI
  • ALBERGHI
  • SERVIZI

Cerca Hotel

Check-in

Check-out

PRENOTA
Roma antica

Una delle testimonianze più preziose dell'antichità a Roma è dovuta alla presenza dell'Arco Trionfale, elemento architettonico di lustro e pregio, omaggio solenne che la città offriva agli eroi vincitori in battaglia. Essi, al termine di una campagna vittoriosa, dovevano passare sotto una porta sacra per celebrare le proprie vittorie e deporre lo sconfitto. Successivamente l'Arco divenne elemento celebrativo per Imperatori e per le famiglie più potenti di tutta Roma antica. Alla fine dell'Impero a Roma si contavano circa 40 archi, costruiti ai Fori Imperiali e nelle principali vie d'accesso, molti dei quali sono arrivati fino a noi ancora in ottimo stato.

Il percorso può iniziare dal Foro Boario, zona del Velabro, in cui si incontra il grande Arco detto di Giano, in onore di Costantino. E'l'unico arco quadrifronte conservato a Roma.

Subito di spalle si trova l'Arco degli Argentari, del 204 d.C., voluto dai banchieri del luogo in onore di Settimio Severo.

Verso Caracalla, presso il Foro Romano, si ammira l'Arco di Settimio Severo, eretto nel 203 d.C., in cui sono ben visibili delle manomissioni del testo, dovute probabilmente alla rimozione del nome di Geta, il secondo figlio di Settimio Severo, che Caracalla fece uccidere per impossessarsi di tutto il potere, ordinando la cancellazione delle memoria del fratello Geta da tutti i monumenti pubblici dell'Impero.

Seguendo la Via Sacra, in direzione del Colosseo, si giunge all'Arco di Tito (90 d.C.), innalzato per celebrare la vittoria su Gerusalemme di Tito e Vespasiano: in uno dei rilievi è rappresentato il corteo trionfale dell'Imperatore con il bottino: le trombe d'argento, la mensa d'oro, il candelabro d'oro a sette braccia.

In Piazza del Colosseo è ben visibile, solenne e maestoso, l'Arco di Costantino, realizzato per onorare la vittoria di Costantino su Massenzio nella battaglia di ponte Milvio (312 d.C.). Alto 25 metri, è il più grande arco trionfale conservato a Roma. In origine, questo splendido esempio di architettura antica, era impreziosito da decorazioni pittoriche e metalliche e dominato dai colori dell'oro e della porpora: i colori dell'Impero.

Iscriviti alla newsletter
 
Privacy